Zerodati è la soluzione più pratica ed economica per la cancellazione certificata, sicura e definitiva dei dati da supporti di memoria. Permette di adempiere agli obblighi legali previsti dal GDPR in tema di cancellazione sicura e permanente di dati sensibili.

Cancellare un file da un supporto di memoria non significa eliminarlo in maniera definitiva, così come non è sufficiente riformattare il disco per eliminare i dati al suo interno. E’ necessario avvalersi di sistemi di rimozione certificata dei dati (art. 17 GDPR) conformi agli standard europei di sanificazione, per rimuovere in modo permanente i dati nel rispetto della loro privacy e dei diritti riconosciuti dal Regolamento europeo agli interessati quali il diritto all’oblio e il diritto all’accesso ai dati personali.

Come si effettua…
La procedura cambia in base al tipo di supporto sul quale viene effettuata; nello specifico:

1) Hard Disk, Penne USB
Ai fini della cancellazione sicura dei dati contenuti in Hard Disk e Penne USB non è sufficiente la formattazione, bensì si rende necessario effettuare un processo di wiping che consenta la sovrascrittura casuale di una serie di bit sull’unità o, in casi estremi, bisogna procedere con la distruzione del supporto.

2) CD, DVD, Blu-ray
Ai fini della cancellazione sicura dei dati su CD, DVD, e Blu-ray non è sufficiente la formattazione, bensì si rende indispensabile avvalersi della tecnica del degaussing, ovvero la procedura di smagnetizzazione del supporto. In casi estremi, bisogna invece necessario procedere con la distruzione del supporto.

3) Dischi virtuali e Cloud
L’unico modo è richiedere al fornitore un certificato di eliminazione dei dati secondo procedure standardizzate ISO27001 e ISO27040. Esistono procedure integrate di wiping inserite nei firmware da parte del fornitore dello storage o applicativi avanzati per distruggere file e cartelle senza possibilità di recupero, così come software per cancellare intere LUN della SAN,

4) Archivi cartacei
Ai sensi del Regolamento (UE) 679/2006 è necessario dotarsi di un distruggi documenti, per poter eliminare in modo permanente i dati riportati nei documenti degli archivi cartacei.

Dott. Alessandro Mammoli

Fonte: Accademia Italiana Privacy

Per maggiori informazioni commerciali in merito a questo articolo inviare una mail a cartucciopolistore2016@gmail.com


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *